Brebbia

Brebbia

(Brébia in dialetto varesotto) è un comune italiano di 3.360 abitanti della provincia di Varese in Lombardia. Fa parte della zona collinare della provincia di Varese (zona ovest) e il suo territorio è bagnato dal lago Maggiore. Fa parte del Medio Verbano Orientale.

Ha una ” fortezona industriale e anche molti campi ad uso agricolo. Brebbia inoltre fa parte della zona agraria numero 3 della Provincia di Varese ( Valli del medio Verbano ).

Monumenti e luoghi di interesse

La chiesa dei Santi Pietro e Paolo e’ MONUMENTO NAZIONALE del’ XII secolo costruita sulle fondamenta di una più piccola chiesa del VII secolo; nel seicento la navata e le sue capriate furono sostituite con volte e la facciata, originariamente a capanna, fu trasformata secondo uno schema a salienti. Conserva notevoli affreschi.

Il Museo della Pipa – Pipe Brebbia S.r.l. nato nel 1979 che rende pubblica una collezione privata di pipe ( include una collezione di pipe di Gianni Brera, la prima centrale idroelettrica di Italia) e di oggetti e scritti correlati realizzata dal fondatore della Pipe Brebbia, Enea Buzzi.

Il Piccolo museo del Fagiolo – Il tipo di fagiolo coltivato a Brebbia ne fa una pecularieta’ ( nel museo sono esposte varie foto dalla semina, alla sbucciatura, alla pulitura e una serie di attrezzi e macchine per la lavorazione del fagiolo ); poi in occasione della festa il raccolto viene venduto ed anche fatti assaggiare diversi tipi di piatti casarecci.

Il Laghetàsc – piccola torbiera paludosa situata sul Motto Pivione a Brebbia, in mezzo ad un castagneto. Nello stagno crescono diverse piante secolari di cipresso calvo delle paludi. Il sentiero che circonda il Laghetàsc fa parte delle Vie Verdi del Verbano.

Le Sabbie d’ Oro – Si tratta di un’area che oltre ad essere paesaggisticamente unica, ha anche una forte valenza naturalistica. In un habitat costituito per lo più da vegetazione igrofìla a elofite di media-grande taglia (cariceti, canneti s.l.), di rilievo non trascurabile, e da saliceti arbustivi a Salix cinerea, si contano infatti 29 delle 67 specie di uccelli nidificanti nelle zone umide della Provincia di Varese. Sono ben 23 le specie inserite nell’Allegato I della “Direttiva Uccelli” qui presenti, in aggiunta a una serie di altre specie di rilievo dal punto di vista conservazionistico ( per i brebbiesei e’ la spiaggia che si affaccia sul Lago Maggiore ). Area attrezzata con panchine, tavoli, giochi per i bambini. Accesso: gratuito. Parcheggio: ampio e gratuito.

Geografia antropica

Le frazioni del comune di Brebbia sono: Brebbia Superiore, Ronchèe, Bozza. Sono inoltre presenti nel territorio le seguenti località:

  • Brebbia Centro: Vaticano (Cantûn Pisûn) caratterizzato dalla grotta di Lourdes, Preölegie, Borghetto (Bûrghet), Frecc, Gesioeu;
  • Brebbia Superiore: Castellaccio (ur Castelasc), Roncaccio, Cascina Bara, Marzée, Mirabella (Mirébéle), Torbiera;
  • Ronchée: Piona (Piûne), Sué, Campagna, Bosco grosso;
  • Bozza: Bozza lago (Böze), Bozza mulino, Mulino nuovo (Mûrin noeuv), Ghigerima inferiore (Ghigérimé), Ghigerima superiore, Motta Pivione;
  • e altri Mirasole (Miresö), Vignetta (Vignéte), Ronco, Paû, San Martin, Laghetasch, Piner spésé, Mott, Roncaglia (divisa con il comune di Malgesso), Vittorio Veneto, Cascina Cucù, Case Piano, Ghiggerima, Giardinetto, La Chiesuola, Uccelliera, Villaggio Europa.

Infrastrutture e trasporti

A Brebbia ci sono due linee di pullman la Varese-Vergiate e la Angera-Laveno Mombello. Inoltre Brebbia è attraversata dalla superstrada Besozzo-Vergiate, dalla ss 629, dalla Varese-Ispra detta sp 50 e infine dalla Vergiate-Laveno Mombello detta sp 69.

via Matteotti 35; 21020; Brebbia (VA) tel. e fax 0332 773.775; cell. 347 4696788; mail. info@rossonitour.it